61,774,948 pasti forniti nel 2019
en English
X

Client Innovation: co-creazione di esperienze migliori con i nostri clienti

////Client Innovation: co-creazione di esperienze migliori con i nostri clienti

Client Innovation: co-creazione di esperienze migliori con i nostri clienti

Second Harvest serve più di un quarto di milione di persone ogni mese. Quindi, come possiamo assicurarci che ogni cliente abbia un'esperienza positiva? Volti gioiosi accolgono mucchi di prodotti freschi e volontari sorridenti, ma alcune emozioni sono più difficili da vedere. Abbiamo effettuato l'ultimo check-in con il team di Client Innovation ad aprile al loro Laboratorio di condivisione degli alimenti in stile mercato contadino. Questa volta, stiamo vedendo come il gruppo lavora con i clienti per co-creare esperienze migliori.

Le attività di brainstorming guidato guidano i partecipanti a sfruttare le loro esperienze per migliorare i nostri servizi.

Il team di Client Innovation si è impegnato con i clienti 350, i potenziali clienti e i partner strategici attraverso il brainstorming di eventi e interviste. Olivia Teter, responsabile Client Innovation, spiega perché è importante entrare in contatto con i clienti. Afferma: "Molte persone che potrebbero beneficiare dei nostri servizi non ricevono aiuto. Riconosciamo che i clienti che affrontano l'insicurezza alimentare si occupano di vita ed emozioni complesse. Dobbiamo guadagnarci la fiducia di chi è nel bisogno per poterli veramente servire ". Il team di Client Innovation invita diversi gruppi, molti dei quali potrebbero incontrare barriere linguistiche o logistiche per comunicare il loro feedback, per condividere le loro opinioni. I pensionati vietnamiti, le madri latine e i giovani che hanno problemi con i senzatetto hanno condiviso le loro risposte alla domanda "Come potrebbe la nostra comunità garantire che ognuno di noi sia ben nutrito da ora in poi? "Le persone sono grate di partecipare alla creazione di soluzioni.

Queste sessioni hanno rivelato varie emozioni che i clienti potrebbero essere stati riluttanti a condividere. Ad esempio, molti clienti scoprono un inaspettato senso di comunità quando vedono i vicini ricevere aiuto. La vista di volontari, che spesso sono anche clienti, lavorando insieme infonde speranza e stabilità in coloro che affrontano insicurezze durante la loro vita. Un volontario ha descritto come frequenta le persone che sono "fino alla loro ultima patata". I clienti spesso provano un'immensa gratitudine per il sollievo sia emotivo che fisico fornito da Second Harvest.

D'altra parte, un alto livello di bisogno può creare un senso di ansia. Alcuni clienti affrontano la scarsità su base giornaliera. Questa insicurezza informa il motivo per cui i clienti potrebbero sentirsi a disagio in attesa in fila o vedere una grande famiglia portare via scatole di cibo. Alcuni potenziali clienti si sentono in imbarazzo a chiedere aiuto alle loro famiglie. In risposta, Client Innovation si concentra sull'abbondanza e sulla gratitudine. Creare un'esperienza bella e amichevole aiuta a ridurre lo stigma e a far sentire tutti a proprio agio.

I clienti hanno abbracciato queste opportunità per condividere le loro voci e creare servizi nelle loro comunità. Una madre del Food Sharing Lab ha spiegato: "[le persone] vogliono trasformare la cultura intorno ai programmi alimentari in qualcosa di più significativo. Persone che si riuniscono, condividono e abbondano. "La co-creazione con i clienti ha supportato un approccio olistico alla banca del cibo che riconosce non solo la fame fisica ma anche emotiva.

Visualizza i comfort di abbondanza e accoglie i clienti che lottano contro l'insicurezza alimentare.

By |2019-12-10T22:19:33+00:00Ottobre 2nd, 2018|Client Innovation|