Clicca qui per leggere la nostra risposta a COVID-19.

La fame fa male ai bambini - Anche nella Silicon Valley

//, In piedi per i bambini//La fame fa male ai bambini - Anche nella Silicon Valley

La fame fa male ai bambini - Anche nella Silicon Valley

Tuo figlio ha fatto colazione oggi? Immagina il dolore di mandare tuo figlio a scuola a stomaco vuoto perché non puoi permetterti di mangiare. Purtroppo, succede in quasi tutti i quartieri della Silicon Valley, dove 1 bambino su 3 è a rischio di fame.

Questo perché il alto costo delle abitazioni sta rendendo difficile per molte famiglie laboriose pagare le bollette e mettere il cibo sul tavolo. Nonostante l'economia in forte espansione e l'enorme ricchezza nella Silicon Valley, Second Harvest nutre più bambini e famiglie che mai. È quello che chiamiamo il paradosso della fame - man mano che l'economia cresce, aumenta anche il numero di persone che hanno bisogno di cibo.

La realtà è che la fame infantile è un grosso problema che sta avendo un impatto significativo sulla nostra comunità. La fame sta privando troppi bambini di un'istruzione dignitosa e ostacolando la loro capacità di avere successo più avanti nella vita

Studi mostrano che i bambini che non hanno abbastanza da mangiare spesso soffrono di effetti emotivi e fisici che possono durare fino all'età adulta. La fame è stata collegata a ritardi nello sviluppo e difficoltà di apprendimento. I bambini che lottano con la fame hanno anche un rischio maggiore di complicazioni di salute problemi comportamentali, ansia e sbalzi d'umore. Ma gli studi mostrano anche che i bambini a basso reddito che hanno accesso all'assistenza alimentare sono più sani e si comportano meglio a scuola rispetto ad altri bambini a basso reddito che non lo fanno.

Abbiamo recentemente lanciato la nostra campagna Stand Up for Kids con l'obiettivo di raccogliere $7,7 milioni per garantire ai bambini il cibo sano di cui hanno bisogno per prosperare. I dollari raccolti durante la campagna verranno utilizzati per acquistare, reperire e distribuire alimenti nutrienti e per esplorare modi nuovi e innovativi per collegare più bambini e famiglie al cibo.

I leader tecnologici difendono i bambini

Accertarsi che la prossima generazione di innovatori e imprenditori abbia accesso a cibi nutrienti è un problema così critico che i leader tecnologici locali stanno copresiedendo la campagna Stand Up for Kids, tra cui John Donahoe, CEO di ServiceNow; Eileen Donahoe, direttore esecutivo dell'incubatore di politica digitale globale presso il Centro per la democrazia, lo sviluppo e lo stato di diritto di Stanford; Reid Hoffman, co-fondatore di LinkedIn e partner di Greylock Partners; e Sheryl Sandberg, COO di Facebook e fondatore di Leanin.org.

"Data l'attenzione locale sull'educazione STEM, dobbiamo prima riconoscere che nessuno può fare bene la matematica a stomaco vuoto", ha detto Hoffman. “Garantire che i bambini possano mangiare è un investimento fondamentale in STEM, e nel futuro della nostra forza lavoro, oltre che dell'umanità. Ecco perché sono un sostenitore impegnato di Second Harvest e spero che altri imprenditori, tecnologi e membri della comunità si uniranno a noi in questo sforzo per rendere la Silicon Valley un posto migliore in cui vivere e lavorare ”.

Sandberg ha aggiunto: “Nella Silicon Valley, 1 bambino su 3 è a rischio di fame. Sono orgoglioso di supportare il team di Second Harvest che lavora per assicurarsi che i bambini della nostra comunità ricevano il cibo di cui hanno bisogno per prosperare ”.

Nutrire la prossima generazione di imprenditori

Lo scorso anno Second Harvest ha aperto 27 nuove dispense scolastiche, parte di uno sforzo coordinato per rispondere alla crescente necessità. Quest'anno prevediamo di aprire altre cinque dispense scolastiche. Le scuole sono un ottimo posto per raggiungere le famiglie che potrebbero avere difficoltà a sfamare i propri figli.

Ci rivolgiamo a scuole in aree ad alto bisogno, in cui oltre il 70% degli studenti ha diritto a pasti scolastici gratuiti oa basso costo. Attualmente stiamo servendo 108 scuole K-12 e 10 college attraverso il nostro programma di dispensa scolastica, fornendo generi alimentari gratuiti, compresi i prodotti freschi. Offriamo anche educazione alimentare in queste dispense scolastiche e colleghiamo le famiglie ad altri programmi alimentari come CalFresh (buoni pasto).

Oltre ad aprire nuove dispense scolastiche e distribuire più cibo alle famiglie locali, stiamo intensificando i nostri sforzi per sfruttare le risorse alimentari pubbliche come i pasti scolastici e altri programmi finanziati a livello federale volti a nutrire bambini e famiglie. Second Harvest sta collaborando con scuole, biblioteche, organizzazioni comunitarie, enti governativi e altri, in modo che più famiglie abbiano accesso al cibo nel proprio quartiere.

"Se i bambini hanno accesso a cibi nutrienti e non devono preoccuparsi di mangiare abbastanza, allora possono ottenere di più dalla loro istruzione e lavorare per un futuro migliore", ha affermato John Donahoe. "Ecco perché è così importante concentrarsi sui bambini."

Eileen Donahoe ha concordato: "Ogni bambino merita la possibilità di avere successo, e questo inizia con cibi nutrienti".

Nel prossimo blog, ti diremo di più sull'ottimo lavoro svolto nelle nostre dispense scolastiche.

Cosa sai fare?

Di |2019-01-17T00: 55: 20 + 00: 002 aprile 2018|Fame dell'infanzia, In piedi per i bambini|
Italian
English Spanish Vietnamese Chinese Tagalog Russian Arabic Dutch French German Italian