61,774,948 pasti forniti nel 2019
en English
X

Missione: possibile - Marie-Edith Aubry

//, volontario, I volontari//Missione: possibile - Marie-Edith Aubry

Missione: possibile - Marie-Edith Aubry

"Mission: Possible" si concentra sui nostri volontari, senza i quali la nostra missione di creare una comunità senza fame sarebbe impossibile!

Speciale post sul blog di Teresa Carstens, Encore Fellow in Volunteer Services

Marie-Edith Aubry è un "abile volontario", che ha donato il suo tempo e le sue conoscenze di analisi finanziaria e auditing interno a Second Harvest.

Marie-Edith Aubry, in piedi, con Susan Takalo, direttrice dei partenariati comunitari

Marie, parlaci di te.

Mi sono trasferito nella Bay Area dalla Francia, seguendo il trasferimento di lavoro di mio marito. Ci è piaciuto molto qui e abbiamo deciso di richiedere una carta verde per rimanere.

Perché fai volontariato e cosa ti ispira a combattere la fame?

Con i miei figli ora a scuola, volevo fare qualcosa di utile per la comunità. Ho pensato di lavorare in un'organizzazione no profit e ho sentito che il volontariato potrebbe essere un buon inizio. Avevo lavorato come revisore interno e analista finanziario, quindi sapevo di possedere buone capacità ed esperienza per offrire un'organizzazione senza scopo di lucro.

Perché ti offri volontario con Second Harvest?

Mi piace che Second Harvest fornisca pasti nutrienti ai bambini attraverso le sue numerose distribuzioni e attività di advocacy durante l'anno scolastico e durante l'estate. Conoscevo bambini che venivano a scuola a stomaco vuoto e pensavo che questo fosse un ottimo modo per sostenere la comunità. La Food Bank offre cibo sano, e io offro volontario il mio tempo e le mie capacità per conoscere una no-profit negli Stati Uniti. È una vittoria.

Come stai aiutando Second Harvest e la nostra comunità?

Sto aggiornando il bilancio alimentare per il prossimo anno fiscale. Ho appreso come viene messo insieme il budget e introdotto modifiche per semplificare l'inserimento dei dati. È un modello molto dinamico, con le variabili aggiornate due volte l'anno, quindi è fondamentale avere un modello affidabile. Utilizzando le competenze che ho costruito nel corso della mia carriera, ho semplificato il modello e reso più efficiente, diminuendo il rischio di errori nel budget.

Il tuo miglior consiglio per gli altri che desiderano fare volontariato a Second Harvest?

Non esitare! Sarà una grande esperienza, personalmente e professionalmente. Ho incontrato persone fantastiche. Mi piace sapere che quello che sto facendo sta avendo un impatto.

Come descriveresti la tua esperienza di volontariato presso la Banca del cibo in una parola?

Appassionato! Ho incontrato molte persone qui che sono appassionate di ciò che fanno. Mi piace fare volontariato in questo tipo di ambiente.

Marie, siamo molto grati per il tuo volontariato con noi. Grazie per aver portato le tue abilità ed esperienze a Second Harvest!

By |2018-07-09T16:26:26+00:00Luglio 9th, 2018|Missione: possibile, volontario, I volontari|