Second Harvest of Silicon Valley announced today that it has named Shobana Gubbi as its new chief philanthropy officer. Gubbi will lead Second Harvest’s effort to raise an unprecedented $81 million this fiscal year to help offset the food bank’s increased operating costs as it continues to provide food to an average of about 500,000 people every month.

Gubbi è entrata a far parte di Second Harvest come direttrice dei grandi regali nel 2015. Dopo aver guidato una crescita impressionante delle entrate dei grandi regali, è stata promossa a direttore dei regali di leadership. Gubbi ha il merito di aver creato un forte team di raccolte fondi, sfruttando l'analisi dei dati per ottenere informazioni dettagliate per informare nuove strategie di raccolta fondi e dando priorità e costruendo relazioni profonde con i donatori.

“Shobana ha già contribuito in modo incommensurabile alla nostra organizzazione. Siamo così fortunati a poter sfruttare la sua esperienza, la sua conoscenza istituzionale e la sua forte leadership in qualità di capo della nostra filantropia”, ha affermato Leslie Bacho, CEO di Second Harvest. “Una delle cose che apprezzo di più di Shobana è la sua capacità di ascoltare profondamente i nostri donatori pur essendo molto strategica nel suo approccio a questo lavoro. Ho visto in prima persona la sua passione per la nostra missione, la sua capacità di ispirare gli altri a dare e il suo impegno profondo e genuino per il suo team".

Gubbi ha iniziato la sua carriera nel mondo del profitto, laureandosi in ingegneria alla UC Berkeley per lavorare come project manager, ingegnere del software e product manager per diverse società tecnologiche della Bay Area prima di rispondere alla chiamata per servire la sua comunità, prima come direttore esecutivo del Los Altos Education Foundation, e poi come importante responsabile delle donazioni presso la Croce Rossa americana.

“È un privilegio entrare in questo ruolo durante questo periodo cruciale per Second Harvest. Mentre usciamo dalla pandemia continuando a servire 60% più persone rispetto a prima del COVID, lavorerò a stretto contatto con il nostro team per ricalibrare una nuova base di raccolta fondi che ci assicuri di poter continuare la nostra missione di fornire cibo a chiunque ne abbia bisogno, disse Gubbi. "Sono entusiasta di continuare a rafforzare le nostre relazioni con i donatori e ad approfondire il nostro impegno nella comunità, soprattutto perché diamo il benvenuto a gruppi aziendali e comunitari nei nostri sforzi di volontariato".

Informazioni sul secondo raccolto della Silicon Valley

Fondata nel 1974, Second Harvest of Silicon Valley è una delle più grandi banche alimentari della nazione e un leader no-profit di fiducia nella lotta alla fame locale. L'organizzazione distribuisce cibo nutriente attraverso una rete di quasi 400 partner in più di 900 siti nelle contee di Santa Clara e San Mateo. A causa del costo proibitivo della vita nella Silicon Valley e della drammatica riduzione del sostegno governativo nell’era della pandemia, Second Harvest serve una media di circa 500.000 persone ogni mese. Second Harvest collega inoltre le persone ai programmi nutrizionali federali e ad altre risorse alimentari e sostiene le politiche contro la fame a livello locale, statale e nazionale. Per saperne di più su come Second Harvest sta rispondendo all'incredibile quantità di bisogni nella Silicon Valley, visita shfb.org

If you are a member of the media covering issues related to hunger in Silicon Valley, we can provide expert spokespeople who can talk about the local landscape.

Media please contact Diane Baker Hayward at dbakerhayward@shfb.org o 408-266-8866, ext. 368.

Visita la nostra Newsroom