Conosci qualcuno che è insicuro alimentare? Potresti essere sorpreso, perché i segni dell'insicurezza alimentare non sono sempre evidenti.

Cos'è l'insicurezza alimentare? È uguale alla fame?

La fame è una sensazione che provi quando non hai mangiato. È una sensazione di disagio fisico, mentre l'insicurezza alimentare è una condizione economica. Quando qualcuno è insicuro dal punto di vista alimentare, significa che non ha i mezzi per accedere regolarmente a cibo nutriente sufficiente. Nelle famiglie con insicurezza alimentare, le persone spesso devono scegliere tra ottenere solo ciò che possono permettersi – che di solito è economico e/o carente di nutrienti – o saltare i pasti. Vivere in uno stato prolungato di insicurezza alimentare può avere impatti negativi sul benessere fisico, emotivo, sociale e mentale.

L'insicurezza alimentare è un grave problema nella Silicon Valley ed è solo peggiorato da quando è scoppiata la pandemia. Può essere difficile da vedere perché c'è così tanta ricchezza in quest'area, ma ci sono 450.000 persone ogni mese che fanno affidamento sulle distribuzioni di Second Harvest per ottenere generi alimentari gratuiti e nutrienti per se stessi e le loro famiglie.

St. Lucy Catholic Parish in Campbell Line of Cars at Drive Thru Distribution During Pandemic service people who are food insecure

Aiutare la nostra comunità a comprendere la complessità del problema che tanti dei nostri vicini devono affrontare può aiutare ad aumentare la comprensione di quanto sia difficile vivere in una zona dal costo molto alto della vita con salari bassi e, si spera, aumentare l'empatia che abbiamo per le persone che lavorano duramente ogni giorno per provvedere alle loro famiglie.

Di seguito sono riportati cinque miti comuni sull'insicurezza alimentare.

Insicurezza alimentare Mito #1: Solo le persone senza alloggio hanno bisogno di assistenza alimentare. 

Questo è uno dei miti più comuni sull'insicurezza alimentare, ma se fosse vero, Second Harvest fornirebbe cibo a meno di 12.000 persone. Ecco quanti residenti non hanno un posto fisso da chiamare casa secondo il conteggio più recente nelle contee di Santa Clara e San Mateo. Invece, Second Harvest of Silicon Valley fornisce cibo a 450.000 persone ogni mese.

Elizabeth and her three kids are clients who visit Cathedral of Faith free grocery distribution for people who are food insecure in San Jose - They became clients in march of 2020

La verità è che la stragrande maggioranza dei bambini, delle famiglie e degli anziani che serviamo sono ospitati, ma dopo aver pagato l'alto costo dell'alloggio nella Silicon Valley e aver gestito altri costi fissi/bollette, molte persone scoprono che non possono permettersi di acquistare abbastanza generi alimentari nutrienti con ciò che avanza a fine mese. Ecco perché la maggior parte di ciò che Second Harvest fornisce sono prodotti e altri alimenti freschi come carne, uova e latticini che i nostri clienti possono utilizzare per creare e gustare pasti equilibrati cucinati in casa.

Insicurezza alimentare Mito #2: Solo le persone disoccupate hanno bisogno di assistenza alimentare. 

A causa dell'alto costo della vita nella Silicon Valley, non devi essere disoccupato per essere insicuro alimentare. La contea di San Mateo è la regione più cara per le persone che affittano nel paese e la regione di San Jose-Sunnyvale-Santa Clara è la seconda più cara, secondo il Coalizione nazionale per l'edilizia abitativa a basso reddito. Basato su numeri forniti da HSH, una famiglia dovrebbe guadagnare più di $282.000 per acquistare una casa a San Jose nel 2022.

La verità è i salari sono rimasti relativamente stabili negli ultimi due decenni per tutti tranne che per i dipendenti del settore tecnologico più pagati, mentre il costo della vita è salito alle stelle – e questo era prima l'inflazione ha raggiunto il massimo da 40 anni, mettendo a dura prova i bilanci delle famiglie. Ciò significa che molte delle persone che sono fondamentali per rendere la nostra comunità un luogo ideale in cui vivere, comprese quelle del settore sanitario, dell'istruzione, della vendita al dettaglio, dell'ospitalità e di altri servizi, riescono a malapena a far quadrare i conti.

San Jose State University SJSU Senior CJ is a client and works at the Spartan Pantry, the on-campus grocery store that is stocked with Second Harvest food - providing food assistance to students

La maggior parte dei nostri clienti adulti ha almeno un lavoro, ma molti devono anche svolgere due o tre lavori solo per sbarcare il lunario. "Mi lavoro il culo facendo due lavori solo per assicurarmi che la mia famiglia non debba concentrarsi sulla mia istruzione, sulla mia casa e sulla mia insicurezza alimentare e tutto il resto", dice CJ, uno studente della San José State University che riceve cibo dal dispensa del campus rifornita da Second Harvest.

Insicurezza alimentare Mito #3: Ypuoi dire quando qualcuno è insicuro alimentare solo guardandoli. 

La verità è che non puoi sempre vedere quando qualcuno è insicuro alimentare. Potrebbero aver acquistato una bella macchina o vestiti decenti quando erano finanziariamente al sicuro, ma a causa della recente perdita del lavoro o di un evento che ha cambiato la vita, non possono permettersi abbastanza generi alimentari sani per la loro famiglia. Ci sono molte ragioni per cui qualcuno potrebbe avere cose carine e aver ancora bisogno di assistenza alimentare.

Gene Senior Client Daly City at Drive Thru Food Distribution at Jeffrson Highschool providing food assistnace to local neighbors

Con l'alto costo della vita nella Silicon Valley, è difficile per molte persone laboriose pagare i conti, per non parlare di risparmiare denaro. In un recente sondaggio tra i clienti di Second Harvest, 60% degli intervistati ha affermato di avere meno di $100 di risparmio. Ciò significa che molte famiglie sono solo a uno stipendio da un disastro finanziario. Mentre alcune persone potrebbero aver acquistato "cose migliori" quando avevano più soldi, colpire tempi inaspettatamente difficili può cambiare le cose dall'oggi al domani: i beni materiali non sono sempre un'indicazione che le persone sono finanziariamente stabili.

Non vogliamo che le persone aspettino di perdere assolutamente tutto prima di chiedere aiuto, ma sfortunatamente molti dei nostri clienti si rivolgono solo quando i loro armadi sono spogli. L'assistenza alimentare può aiutare le persone e le famiglie a rimanere in una casa liberando fondi per l'alloggio, le bollette e altre spese.

Insicurezza alimentare Mito #4: Le persone in sovrappeso non possono essere insicure dal punto di vista alimentare. 

Free groceries picked up at a drive-thru distribution at Cathedral of Faith in San Jose - These are our client Margarita's free groceries for her family

Potresti pensare che non sia possibile che qualcuno abbia bisogno di assistenza alimentare se è in sovrappeso. Non significa che mangiano già troppo? È facile capire perché questo mito dell'insicurezza alimentare persiste. La verità è che non è raro che le persone con problemi alimentari siano in sovrappeso o addirittura obese.

In uno studio in 12 stati su 66.553 adulti, quelli che erano insicuri alimentari avevano un rischio maggiore di 32% di essere obesi rispetto a quelli che non lo erano. L'insicurezza alimentare e l'obesità hanno una relazione complicata e ci sono una serie di ragioni per cui è vero.

I nostri clienti spesso si destreggiano tra più lavori, hanno opzioni di trasporto limitate e stanno cercando di allungare i loro dollari di cibo fino alla fine del mese in ogni modo possibile. L'impatto dell'essere economicamente instabili, la dipendenza da fast food economici e ormoni indotti dallo stress possono tutti guidare le voglie e le decisioni sul cibo, che possono poi portare all'obesità.

Gli alimenti a basso costo come i fast food e gli snack economici tendono ad essere più ricchi di zuccheri, grassi e calorie. Possono riempirti temporaneamente ma non forniscono abbastanza dei nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno, motivo per cui le comunità a basso reddito tendono a hanno tassi più elevati di diabete così come pressione alta e altri problemi di salute.

“Non sono solo calorie in calorie fuori. La ricerca che mostra traumi, traumi infantili e stress tossico può cambiare la tua salute, il modo in cui dormi e il modo in cui scegli il cibo. Questo è davvero il fondamento di molti problemi di salute. Ciò che la ricerca sta mostrando ora è che esperienze infantili avverse, traumi e stress tossici portano a tutte queste condizioni di salute. La soluzione deve iniziare molto prima". – Maya Murthy, Direttore della Nutrizione per il Secondo Raccolto della Silicon Valley

Donor who volunteered at Cypress found heart-shaped kiwis while sorting food

Per contrastare questa iniquità, Second Harvest of Silicon Valley fornisce gli alimenti più nutrienti possibili. La nostra politica nutrizionale indica che miriamo a fornire un sano mix di prodotti ai nostri clienti, inclusi prodotti freschi 50% e proteine e latticini 25%, con particolare attenzione alle opzioni di cereali integrali e a basso contenuto di zuccheri/basso contenuto di sodio. In un recente sondaggio tra i clienti, 96% degli intervistati ha affermato di essere in grado di fornire cibi più sani alle proprie famiglie grazie a ciò che ricevono da Second Harvest.

Mito dell'insicurezza alimentare #5: le persone imbrogliano il sistema per ottenere cibo di cui non hanno realmente bisogno.

Questo è probabilmente il mito dell'insicurezza alimentare più dannoso perché mette in discussione l'integrità di coloro che vengono da noi in cerca di cibo per le loro famiglie. La verità è che siamo più preoccupati per le persone che non ricevono cibo nutriente a sufficienza per mantenersi in salute, ma non chiedono ancora aiuto perché temono lo stigma sociale e il giudizio di chiedere supporto. I sondaggi che abbiamo condotto nel corso degli anni ci dicono che la maggior parte delle persone è riluttante a ricevere assistenza alimentare anche quando ne ha bisogno.

Anche prima della pandemia, 1 persona su 4 nella Silicon Valley era a rischio di insicurezza alimentare in base al proprio reddito e all'alto costo della vita in questa zona, e le cose sono solo peggiorate per i lavoratori a basso salario dopo la pandemia.

Per lo più sappiamo che le persone che accettano cibo da Second Harvest che altrimenti possono permettersi di comprarlo è raro perché parliamo con le persone che vengono ai nostri siti di distribuzione di generi alimentari: le mamme che sono preoccupate di fornire cibo abbastanza nutriente per i loro figli, gli anziani che vogliono assicurarsi che non prendano troppo in modo che rimanga cibo per gli altri e gli studenti universitari che sono grati per l'aiuto mentre lottano per pagare la scuola e altri beni di prima necessità.

Incoraggiamo chiunque sia interessato a capire in che modo l'insicurezza alimentare influisca sulla nostra comunità e cosa stiamo facendo per affrontarlo fare volontariato in uno dei nostri numerosi siti e incontrare alcune delle famiglie, anziani e studenti universitari che si affidano ai nostri servizi per mantenere l'accesso a cibo nutriente e tutti i benefici che ne derivano.

Cars loaded with boxes of food for people who are food insecure at drive thru distribution at Cathedral of Faith

Hai trovato questo post del blog informativo? Condividilo con i tuoi social network.